La guerra perenne massonica

imagesCAG1HKBL

 

 

Si cerca sempre un nuovo nemico ma non lo si abbatte mai veramente, perché la guerra sia perenne.

La crisi economico-finanziara attuale è un autentico inganno. E’ stata creata ad arte per tenere sotto giogo i popoli. Nonostante sia fittizia, però, la crisi sta distruggendo tutti i beni di consumo in eccedenza e contribuisce a favorire la disposizione mentale votata alla rassegnazione ed alla implicita sottomissione di cui ha bisogno una società organizzata in maniera gerarchica. Una società votata alla povertà materiale. La crisi economica è come una guerra ma è un affare puramente interno. Oggi i gruppi del potere politico fanno la guerra ai propri sottoposti. E’ una guerra perenne. Si stanno annullando tutte le differenze (etnia, religione, genere, tendenze sessuali) per una sempiterna pace che è in realtà la repressione di ogni dissenso e ribellione. Una pace permanente, un nuovo ordine mondiale massonico, è la stessa cosa di una guerra permanente. Ma possiamo ribellarci a questo disegno, siamo di più di loro.

 

Riguardo poi ai tempi e ai momenti, fratelli, non avete bisogno che ve ne scriva; infatti voi ben sapete che come un ladro di notte, così verrà il giorno del Signore. E quando si dirà: «Pace e sicurezza», allora d’improvviso li colpirà la rovina, come le doglie una donna incinta; e nessuno scamperà.”

1 Tessalonicesi 5, 1-3

Annunci